Niente IRES per chi tutela gli usi locali: in GU l’elenco dei beneficiari

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l’elenco dei soggetti (197) che usufruiscono del beneficio riconosciuto a chi opera per realizzare eventi legati agli usi locali di particolare interesse culturale. I beneficiari sono nell’allegato al decreto Mef del 17 gennaio (pubblicato sulla GU del 6 febbraio), relativo agli enti e alle associazioni esenti dall’Ires per l’anno 2017, e allegato gratuitamente a questo articolo. Rispetto allo scorso anno, l’elenco si è accorciato di 27 associazioni. Per accedere alle agevolazioni, le associazioni senza fini di lucro interessate, dal 20 luglio e fino al 20 settembre di ciascun anno d’imposta, devono presentare (direttamente o tramite soggetti incaricati) una richiesta, utilizzando l’apposito modello, che deve essere inviato all’Agenzia delle entrate esclusivamente per via telematica, servendosi dell’apposito software disponibile sul sito dell’Agenzia.

Si ricorda che i benefici, oltre all’esenzione dall’IRES sono:

  • l’esenzione dagli obblighi di tenuta delle scritture contabili stabiliti dal Dpr 600/1973
  • le prestazioni e donazioni effettuate dalle persone fisiche a favore di queste associazioni hanno carattere di liberalità ai fini delle imposte sui redditi e sono detraibili in sede di dichiarazione dei redditi.

Allegati:

Condividi su:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.